“Tanti sono i presbiteri e i fedeli giunti oggi da Treviso per partecipare alla mia ordinazione. Carissimi, in questa celebrazione avete potuto gustare un poco della mia storia, del mondo da cui provengo e dal mondo dal quale vengo a voi, con trepidazione, ma anche con gioia. Verrò presto, portando tutto me stesso e desideroso di conoscervi e di farmi conoscere, di incontrare la vostra esperienza di fede e di vita cristiana, portandovi con semplicità la mia, per camminare insieme e insieme essere Chiesa di Cristo, fedele al Vangelo”.

Con queste parole mons. Michele Tomasi si è rivolto ai fedeli giunti da Treviso a Bressanone per partecipare alla sua ordinazione episcopale. “Sono cresciuto in questa diocesi – ha ricordato mons. Tomasi – che impara quotidianamente ad ascoltare la Parola di Dio nella lingua, nella cultura, nei ritmi, nelle luci e nelle ombre degli altri, dei tedeschi, dei ladini, degli italiani e ora anche di tutti coloro che bussano alle nostre porte. Se insieme continuiamo a vivere da figli del Padre e discepoli del Figlio, non possiamo che vivere da fratelli e sorelle, nella potenza dello Spirito”.

— tratto da: www.agensir.it